DE MORBO Gruppo interdisciplinare di studi su malattia, disabilità, corporeità

Responsabile scientifico/coordinatore - prof. Roberto Brigati

Temi di ricerca

Il gruppo è attivo dal 2010 con lo scopo di promuovere il dialogo tra filosofia, scienze sociali e scienze biomediche, costituire una comunità di ricerca multidisciplinare sulle tematiche della malattia, del corpo malato e della disabilità. Le attività del gruppo di articolano in seminari, giornate di studi, reference bibliografica, realizzazione di un sito interattivo.

Settori ERC

  • LS2_12 - Biostatistics
  • LS4_1 - Organ physiology and pathophysiology
  • LS5_11 - Neurological disorders (e.g. Alzheimer's disease, Huntington's disease, Parkinson's disease)
  • LS5_12 - Psychiatric disorders (e.g. schizophrenia, autism, Tourettes syndrome, obsessive compulsive disorder, depression, bipolar disorder, attention deficit hyperactivity disorder
  • LS5_4 - Sensory systems (e.g. visual system, auditory system)
  • LS5_5 - Mechanisms of pain
  • LS7_10 - Environment and health risks, occupational medicine
  • LS7_11 - Medical ethics
  • LS7_9 - Public health and epidemiology
  • SH2_11 - Social studies of science and technology
  • SH2_3 - Kinship, cultural dimensions of classification and cognition, identity, gender
  • SH2_5 - Democratization, social movements
  • SH3_5 - Population dynamics, aging, health and society
  • SH4_10 - Philosophy of mind, epistemology and logic
  • SH4_5 - Social and clinical psychology
  • SH5_6 - Philosophy, history of philosophy
  • SH6_9 - Gender history

Membri del gruppo

Antonella Brunelli

Cat. D - area biblioteche

Raffaella Campaner

Professoressa ordinaria

Marco Ciardi

Professore ordinario di altro ateneo

Silvia Zullo

Professoressa associata

Altri membri

Maria Scurti (Dipartimento di Medicina Specialistica, Diagnostica e Sperimentale)

Silvia Contarini (Università di Udine)

Obiettivi

Scopo di "De morbo" è il dialogo tra competenze diverse in vista della costruzione di un linguaggio comune su corpo e malattia, a partire da aree tematiche quali:

  • definizione e ontologia della salute e della malattia;
  • analisi dell'esperienza vissuta di malattia/disabilità/differenza;
  • significati personali/sociali/culturali della malattia;
  • medicalizzazione della società e del corpo;
  • narratività nella e della malattia;
  • epistemologia dei saperi e delle pratiche mediche;
  • etica delle politiche sanitarie e dei modelli di presa in carico.

Produzione scientifica

I seminari realizzati nell'ambito di "De morbo" comprendono presentazioni di paper originali, di libri e ricerche recentemente concluse o in corso, messe a punto sullo stato dell'arte nelle diverse prospettive disciplinari, seminari di lettura, incontri con persone che hanno dato contributi significativi nelle aree rilevanti; i relatori possono essere sia membri del gruppo sia invitati esterni.

Il gruppo realizza sia serie seminariali (una delle quali, ad esempio, ha riguardato il tema della sofferenza in varie declinazioni), sia incontri a sé stanti quanto a contenuto.

Particolare visibilità viene offerta alle ricerche svolte dai membri, per i quali "De morbo" rappresenta un’occasione sia di esposizione e disseminazione, sia di discussione e scambio di idee sulle ricerche in fieri. Gli incontri sono in generale pubblici. Il gruppo De morbo patrocina inoltre iniziative esterne, convegni, giornate di studi.

Tra le pubblicazioni caratterizzanti l'attività del gruppo, si segnalano le seguenti:

  • Crocetti, L'invisibile intersex. Storie di corpi medicalizzati, Pisa: ETS
  • Brigati e F. Emiliani (a cura di), Vite normali. Storia, realtà e immaginario dell’emofilia, Bologna: Il Mulino 2014